Approfondimenti

Decostruirsi per costruire: l’approccio cognitivo-costruttivista-relazionale alla psicoterapia con il paziente anziano

Barbara Poletti*/**, Laura Carelli*, Annalisa Lafronza*, Pietra Romano**, Valentina Molteni***, Carla Vandoni**, Silvia Ferrero Merlino **, Rita Pezzati**/****

*U.O. Neurologia e Laboratorio di Neuroscienze, “Centro Dino Ferrari” IRCCS Istituto Auxologico Italiano, Ospedale San Luca, Università degli Studi di Milano. **Centro Terapia Cognitiva di Co- mo. *** Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi onlus **** Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI)

Il presente lavoro descrive il contributo dell’approccio cognitivo-costruttivista-relazionale alla psicoterapia con il paziente anziano. A partire dai presupposti di tale approccio, che ve- de l’individuo come un “essere incarnato” che struttura e dà senso al proprio essere nel mondo, la psicoterapia con l’anziano si costituisce come una “psicoterapia del limite”, in quanto la relazione terapeutica si struttura a partire dall’accoglienza del limite fisico quale primo descrittore identitario di un corpo mutato. Tale lavoro comporta attenzioni specifiche, in particolare la considerazione di aspetti salienti quali il corpo, l’attaccamento ed il sintomo fisico, quest’ultimo quale aggancio relazionale ed elemento distintivo del Sé dell’Anziano.

Scarica l'articolo

FORMAZIONE

CLINICA

LA SCUOLA

Log in